venerdì 6 marzo 2009

Ecco perché

É perché vivo in una terra
di facce da niente
facce toste che non hanno
più vergogna
e ti vendono merda
cercando di convincerti
che è preziosa come oro
e ti chiedono sangue
aspettandosi un grazie
e dicono di averti salvato
mentre cercano di fotterti
e ti chiamano vivo
mentre ti ammazzano dentro

E organizzano serate benefiche
e maratone di solidarietà
stando ben attente
a scavalcare
i reietti che dormono
all'angolo sotto casa
perché è più facile
preoccuparsi del dolore
se il dolore è lontano

E hanno cuori freddi
e lana sullo stomaco
ma chiedono a un Signore
che non conoscono
di dar loro il pane quotidiano
e di quel Signore
si fanno scudo
per giustificare
per giustificarsi

Ma non c'è Dio, non c'è chiesa
non c'è religione che possa
rianimare le loro anime
morte nell'indifferenza
del mondo inutile
che hanno costruito

Nessun commento: