venerdì 29 novembre 2013

Coordinate



L'inverno (l'inferno)
la fragilità
della neve
masticata divorata
dal sole


Quel tanto di nebbia
che aiuta il mistero

a non sciogliersi
a non rivelare
di sé
che le ombre

Lì sotto
deve pur esserci una strada
che butta dritto
dentro ai tuoi occhi
- i tuoi occhi, hai presente
com'è difficile catturarli
incatenarli
a un'idea? -

domenica 24 novembre 2013

Che cosa vuoi fare di me?



You poisoned my sweet water.
You cut down my green trees.
The food you fed my children
Was the cause of their disease.
My world is slowly fallin' down
And the air's not good to breathe.
And those of us who care enough,
We have to do something...

Oh... oh What you gonna do about me?
Oh... oh What you gonna do about me?
Your newspapers,
They just put you on.
They never tell you
The whole story.
They just put your
Young ideas down.
I was wonderin' could this be the end
Of your pride and glory?

I work in your factory.
I study in your schools.
I fill your penitentiaries.
And your military too.
And I feel the future trembling,
As the word is passed around.
“If you stand up for what you do believe,
Be prepared to be shot down”.

And I feel like a stranger
In the land where I was born
And I live like an outlaw.
And I'm always on the run...
And I'm always getting busted
And I got to take a stand...
I believe the revolution
Must be mighty close at hand...

I smoke marijuana
But I can't get behind your wars.
And most of what I do believe
Is against most of your laws
I'm a fugitive from injustice
But I'm goin’ to be free.
‘Cause your rules and regulations
They don't do the thing for me

And I feel like a stranger
In the land where I was born
And I live just like an outlaw.
And I'm always on the run.
And though you may be stronger now, my time will come around.
You keep adding to my numbers, and you shoot my people down.

mercoledì 20 novembre 2013

These foolish things



La notte
che non porta
in nessun posto

L’anima si è inchiodata
proprio qui, sopra lo stomaco
un pugnale freddo
nel petto
- da non credere –

Sono stato all’ospedale
pronto prontissimo soccorso
niente
non era pronto a soccorrermi
e io non proprio pronto
a crepare
e c’era troppa gente
occhi liquidi nella notte
odore di vomito e muffa
colori troppo accesi

Così eccomi qui piccola mia
aspetto che il cuore vada a pezzi
si frantumi se crede
in questa notte fetida
diversamente lasciamo che sia
vedrò di organizzare
il prossimo risveglio

Ho voglia di qualcosa di fresco
qualcosa di pulito
che lavi via lo sporco della notte
della vita
succo d’arancia o vino dolce
vedi tu
ho voglia di sapori buoni
niente plastica niente neon
niente puttane stanche sui marciapiedi
né pioggia fredda sul collo
niente sigarette al veleno

Ho voglia di scopare bene
ho voglia di uscire di qui
da questa notte da questo buio
da tutto questo dannato
dolore

 


sabato 16 novembre 2013

Viviamo per desiderare


 
"Viviamo per desiderare, e cosi farò anch'io, e balzerò giù da questa montagna sapendo tutto alla perfezione, o non sapendo nulla alla perfezione, pieno di splendida ignoranza in cerca di una scintilla altrove".
JK

venerdì 15 novembre 2013

Masterpieces





Zio Marvin, fammi compagnia.
Tu che ancora mi commuovi,
liberami da tutta questa
malinconia
d’autunno.

mercoledì 13 novembre 2013

Bringing it all back home




Succede che poi
queste vite
fanno giri inattesi
svirgolano, sbordano
viaggiano il mondo
-il mondo intero - prima di tornare
là dove erano partite

Che poi il mondo
- così si dice -
è piccolo.
Stessi angoli, stessa via stretta,
il portico e quel taglio di luce
nella sera
e la casa, il portone
come allora, e tutto
- tutto -
messo lì apposta
per farti ricordare.
Solo che quello
era un mondo da attraversare
in bici, col vento nei capelli,
il cuore
leggero.
Succede che adesso
riparti da lì, provi
a riprendere il filo
dalla rabbia
di allora
per un bacio non dato,
e manca un niente
- insomma -
per chiudere il cerchio.
Così
semplicemente
lo chiudi
e dentro
senti salire un riso sommesso
e non sai se è per gioia
per divertimento
e poi non ti importa
nemmeno saperlo
basta che sia
vero
mai banale
che sia pieno
di vita
che sia tu
ed io
e tutte le frasi
che volevamo spendere
stasera.


Pensavi
di innamorarti dei ricordi
frugando in quel cerchio
e invece
c’è solo il presente, ed è quello
- proprio quello -
che adesso ti affascina.